0 0 0 0 0
0
0 0 0 0 0 0 0
0
0
0 > Urbanistica e pianificazione > Scuola di Eddyburg > I libri di eddyburg

No sprawl
Data di pubblicazione: 04.01.2011

Autore:

Dai materiali della I sessione della Scuola di eddyburg, Val di Cornia, 2005. Scritti di: Mauro Baioni, Paolo Berdini, Piero Bevilacqua, Fabrizio Bottini, Piero Cavalcoli, Antonio di Gennaro, Alfredo Dufruca, Georg Josef Frisch, Maria Cristina Gibelli, Francesco P. Innamorato, Edoardo Salzano, Luigi Scano, Massimo Zucconi

No Sprawl, a cura di Maria Cristina Gibelli e Edoardo Salzano; in appendice: proposta di legge elaborata da un gruppo di amici di Eddyburg “Principi fondamentali in materia di pianificazione del territorio” (maggio 2006), Alinea Editrice, Firenze 2006; ISBN 88-6055-063-7;

ABSTRACT

"Sguaiatamente sdraiato" è la traduzione fedele del termine sprawl che compare nel titolo di questo volume. Nelle discipline territoriali, lo sprawl è un modello di urbanizzazione disperso e a bassa densità che aggredisce la bellezza dei paesaggi sfigurandoli e annullandone le caratteristiche identitarie sotto una massa indifferenziata di elementi artificiali anonimi e spesso volgari.

Ma lo sprawl non è soltanto portatore di danni "estetici"; esso è per sua natura "insostenibile", perché produce elevatissimi consumi di suolo e una crescita incessante della mobilità su gomma, perché sottrae al ciclo biologico risorse insostituibili per l'equilibrio tra uomo e natura, perché esaspera i fenomeni di specializzazione e segregazione spaziale indebolendo la coesione sociale e il senso di appartenenza delle comunità. Si è capito che la frammentazione amministrativa e la deregolamentazione urbanistica hanno costituito una causa decisiva dell'elevata dispersione insediativa manifestatasi in molte regioni urbane europee negli ultimi decenni.

Perciò, in tutti i paesi avanzati il contenimento dello sprawl è oggi considerato un obiettivo cruciale, da affrontare prioritariamente attraverso riforme legislative, strategie e strumenti rinnovati di pianificazione territoriale ed urbanistica. Non è così in Italia dove gran parte della cultura e della prassi urbanistica sembra molto lontana dalla comprensione del fenomeno, della sua rilevanza negativa, della sua portata distruttiva.

In questo volume, studiosi di diversa formazione e specializzazione, ma uniti nella condivisione del progetto culturale di eddyburg.it (e del suo promotore, Edoardo Salzano), restituiscono un quadro, molto articolato dal punto di vista problematico e ricco di dati empirici e di raffronti internazionali, sui rischi della dispersione insediativa e della carente risposta normativa nel nostro paese. Comune agli autori, e ai loro scritti, è la critica perentoria e argomentata all'indifferenza manifestata da molta cultura urbanistica italiana recente nei confronti dei costi pubblici e collettivi associati alla dispersione insediativa, e la consapevolezza della necessità di una nuova stagione di riforme in materia di pianificazione urbanistica e territoriale.

A questo volume è allegato il testo della proposta di legge "Principi fondamentali in materia di pianificazione del territorio" elaborata da un gruppo di amici di Eddyburg nel maggio 2006, data la rilevanza attribuita, nel suo articolato, alle norme per il contenimento dell'urbanizzazione e la tutela del territorio rurale.

Si tratta di una pubblicazione di vasto interesse nazionale, sia per l'importanza degli autori, sia per la presentazione di una proposta di legge sulla pianificazione del territorio elaborata dagli stessi.

INDICE

INTRODUZIONE
Su alcune questioni di sfondo, di Edoardo Salzano

PARTE PRIMA
DESCRIZIONI
Diffusione, dispersione, anarchia urbanistica, di Mauro Baioni
Importanza della storia del territorio in italia, di Piero Bevilacqua
Consumo di suolo e trasformazione del territorio rurale, di Antonio di Gennaro e Francesco P. Innamorato.
Nel cuore verde della megalopoli padana, di Fabrizio Bottini

PARTE SECONDA
INDICAZIONI PER LA PIANIFICAZIONE
La dispersione urbana costi collettivi e risposte normative, di Maria Cristina Gibelli
Politiche per il contenimento del consumo di suolo in europa, di Georg Josef Frisch
Strumenti per interpretare e governare la città diffusa: accessibilità e mobilità, di Alfredo Dufruca
Disposizioni per il contenimento del consumo del suolo nella legislazione regionale, di Luigi Scano
L’esperienza di pianificazione della provincia di Bologna, di Piero Cavalcoli
La cancellazione della campagna romana, di Paolo Berdini
La pianificazione territoriale coordinata e la realizzazione del sistema dei parchi della val di cornia, di Massimo Zucconi

Consumo di suolo: le sfide per la pianificazione. Considerazioni conclusive sulla prima edizione della scuola estiva di pianificazione di Eddyburg di Mauro Baioni

APPENDICE
Proposta di legge. “Principi fondamentali in materia di pianificazione del territorio” elaborata da un gruppo di amici di Eddyburg (maggio 2006)









0
0
Settis, Salvatore
( 26.10.2012 08:31 )
Emiliani, Vittorio
( 22.10.2012 20:23 )
Settis, Salvatore
( 21.10.2012 14:30 )
Lungarella, Raffaele
( 16.10.2012 04:44 )
( 07.10.2012 15:28 )
( 07.10.2012 10:13 )
Eddyburg
( 28.09.2012 14:27 )
Mancini, Oscar
( 28.09.2012 14:10 )
Salzano, Edoardo
( 27.09.2012 15:09 )
D'Onofrio, Francesco
( 27.09.2012 15:05 )
Emiliani, Vittorio
( 02.09.2012 17:09 )
Foschi, Marina
( 02.09.2012 13:39 )
( 31.08.2012 08:05 )
"The Right to the City for the Defense of Common Goods", Dialogo tra l'ecologista canadese Dimitri Roussopoulos e l'urbanista Edoardo Salzano, Napoli, 3 settembre ore 9,00 -->
Montanari, Tomaso
( 29.08.2012 16:11 )
De Lucia, Vezio
( 28.08.2012 16:47 )
( 28.08.2012 16:35 )
Turroni, Sauro
( 27.08.2012 12:01 )
( 23.08.2012 15:12 )
Montanari, Tomaso
( 11.08.2012 15:26 )
( 05.08.2012 11:12 )

Chi fa Eddyburg | Copyright e responsabilità | | Sostenere Eddyburg | Chi sostiene Eddyburg